Stile: V1 - V2 - V3
BIBLIOTECA
La valutazione dei collaboratori

R. Moulinier, C. Rotondi, G. Morganti - Etas 2005

La capacità di gestire le persone ha acquisito un ruolo predominante quando si tratti di guidare un'organizzazione al raggiungimento di risultati attesi.

A rendere il compito difficile è soprattutto il fatto che i collaboratori non sono tutti uguali; ciascuno di loro è mosso da stimoli diversi e nutre nei confronti del lavoro aspettative personali.

Se a tutto questo si aggiunge che non sempre il manager ha voce in capitolo nella scelta dei componenti del proprio team, è evidente quanto diventi fondamentale conoscere molto bene i propri collaboratori, comprenderne le aspirazioni, le motivazioni e gli atteggiamenti, per poter formare intorno a sè un gruppo di persone competenti, motivate a interpretare al meglio e condividere gli obiettivi dell'impresa.

Gli Autori, forti della loro esperienza sul campo, intendono la valutazione dei collaboratori come processo continuo, da approfondire e perfezionare in tappe successive, ciascuna delle quali aggiunge valore ai risultati conseguiti e consente di definire nuovi obiettivi e traguardi.

Un processo che riguarda tutti i componenti del team, nuovi e vecchi, destinato a far emergere e valorizzare tutte le potenzialità inespresse.

88
89
I libri sono specchi:
riflettono ciò che
abbiamo dentro
(C.R. Zafòn)
90
91
92
93